Chiesa Monumentale di San Simon

Agordino Dolomiti

Chiesa di San Simon a Vallada: Monumento Nazionale Italiano

Poco distante da Canale d’Agordo, nel Comune di Vallada Agordina in Val Biois sorge la bella chiesa monumentale di San Simon, Monumento Nazionale Italiano dal 1877, collocata sul Colle o Monte Celentone; il nome di questo rilievo deriverebbe dalla figura leggendaria omonima, presumibilmente un soldato romano convertito al Cristianesimo e trasferitosi in Val Biois o per combattere gli invasori barbarici o per sottrarsi ad essi; le due date più plausibili per la collocazione storica del personaggio, sebbene la sua esistenza non sia storicamente provata, sono il 720 d.C. o il 572 d.C..

 

Chiesa di San Simon Vallada Agordina

Giunto a Vallada Agordina, Celentone si sarebbe intrattenuto nella ridente località della Val Biois per circa sette anni durante i quali avrebbe simultaneamente intrapreso l’opera di conversione delle popolazioni locali e l’edificazione della prima chiesa della valle, la Chiesa di San Simon appunto. Si noti altresì che la validità della leggenda di Celentone è stata stroncata da Serafini e Vizzutti nella loro opera “Le Chiese dell’Antica Pieve di San Giovanni Battista nella Valle del Biois” (stampato da Tipografia Piave Belluno, anno 2007), ad oggi una delle opere più complete sull’architettura sacra nella Val Biois; i due studiosi sottolineano già nell’incipit del paragrafo dedicato alla chiesa a pagina 67 come la leggenda sia attestata storicamente solo a partire dall’inizio del 19° Secolo e vada quindi considerata come un probabile artificio letterario relativamente recente. La stele con la lettera “C” incastonata nella facciata, per anni interpretata come pietra originale dell’edificio firmata da Celentone stesso, sarebbe invece probabilmente una lapide del XVIII Secolo (la C sarebbe parte di HIC, ovvero “qui giace”). Consigliamo vivamente l’opera succitata per l’approfondimento storico ed artistico della chiesa di San Simon, limitandoci in questa pagina alla descrizione “turistica” di questo antico e affascinante luogo di culto.

La stele con la famosa "C" interpretata come l'iniziale di Celentone

La stele con la famosa “C” interpretata come l’iniziale di Celentone

Al di là della leggenda della fondazione dell’edificio ad opera della figura leggendaria di Celentone, poco si sa delle origini reali della chiesa di San Simon. La prima attestazione storica sulla presenza dell’edificio di culto è contenuta in un’antica bolla papale attribuita a Papa Lucio III e datata ottobre 1185 in cui si accenna alla chiesa “di San Simon sopra Canale” (“Sancti Simonis Canalis de supraî“); nella bolla la chiesa risulta sottoposta al controllo della Pieve di Agordo, il cui sacredote si recava a Vallada Agordina per celebrare le funzioni religiose.

Chiesa di San Simon Vallada Agordina

Chiesa di San Simon Vallada Agordina

Chiesa di San Simon Vallada Agordina

La chiesa di San Simon a Vallada Agordina contiene un ciclo di affreschi del 16° Secolo opera di Paris Bordon, un altare a portale (Flugelaltar) di Andrea Haller datato 1525 ed un organo del Maestro Gaetano Callido datato 1802; l’esterno dell’edificio è caraterizzato dal campanile aguzzo. Nelle immediate vicinanze dell’edificio religioso è presente anche l’antico Oratorio dei Battuti, adornato esternamente da un antico affresco.

Oratorio dei Battuti

Oratorio dei Battuti

Chiesa di San Simon Vallada Agordina

L’edificio viene aperto al pubblico durante le stagioni turistiche ed in occasione di particolari manifestazioni religiose o culturali (come il ciclo di musica classica “Le Muse e le Dolomiti”); sono possibili aperture straordinarie per gruppi e scolaresche contattando il Comune di Vallada Agordina o il numero di telefono dedicato 333 1470813.

Chiesa di San Simon

Chiesa di San Simon

Commenti chiusi