Conca Agordina

Agordino DolomitiLa Conca Agordina

Nel cuore selvaggio delle Dolomiti UNESCO

 

La Conca Agordina è un’ampia valle delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO che comprende la parte più meridionale dell’Agordino (e quindi del corso del Torrente Cordevole); la Conca Agordina è delimitata a nord dal Comune di Cencenighe Agordino (alla confluenza della Val Cordevole con la Val Biois), ad est dalla vicina Val di Zoldo (Provincia di Belluno), ad ovest dal Trentino ed a sud dal Comune bellunese di Sedico.

La Conca Agordina, situata in posizione spettacolare incastonata tra le maestose cime delle Dolomiti UNESCO, comprende i 6 Comuni di Agordo, Gosaldo, La Valle Agordina, Rivamonte Agordino, Taibon Agordino, Voltago Agordino. La Conca Agordina è collocata istituzionalmente nella Provincia di Belluno e nella Regione Veneto. Il Comune di Gosaldo viene per convenzione incluso nella Conca Agordina sebbene si trovi geograficamente collocato nella contigua Valle del Mis.

 

La Conca Agordina dalle pendici del Pizzon (Monti del Sole): Rivamonte Agordino in primo piano, Agordo e La Valle Agordina nel fondovalle, Pelsa (a sinistra), Civetta-Molazza-Framont (al centro), Pelmo e Croda da Lago (a destra)

La Conca Agordina dal Belvedere del Sasso di San Martino

La Conca Agordina dal Belvedere del Sasso di San Martino

La Conca Agordina dall'Alta Via delle Dolomiti n. 1

La Conca Agordina dall’Alta Via delle Dolomiti n. 1

Moiazza e mucche nei pressi di Malga Framont

Moiazza e mucche nei pressi di Malga Framont

Fondovalle della Conca Agordina

Fondovalle della Conca Agordina

La Conca Agordina si colloca nello spettacolare scenario dolomitico delle Pale di San Martino, San Lucano, Vette Feltrine e Dolomiti Bellunesi (3° sistema ufficiale delle Dolomiti Patrimonio UNESCO riconosciuto e tutelato dalla Fondazione Dolomiti UNESCO), dalle quali è completamente circondata: dalla Conca Agordina si possono osservare moltissime meravigliose cime delle Pale di San Martino tra cui Agner, Pale di San Lucano, Rosetta, Moiazza, Civetta, San Sebastiano, Tamer, Monte Celo, Monti del Sole, Schiara e molti altri spettacolari picchi dolomitici che si intravedono dai diversi punti della Conca Agordina. Per quanto riguarda invece la Classificazione Alpina Internazionale SOIUSA, la Conca Agordina si trova tra le Pale di San Martino ed il gruppo delle Dolomiti di Zoldo, separate a metà dal corso del Torrente Cordevole. Stiamo parlando quindi di una zona di altissimo valore ambientale e paesaggistico e dalla potenzialità turistiche ottime situata nel centro geografico delle Dolomiti.

La Conca Agordina dall'Alta Via delle Dolomiti 1 ai piedi del San Sebastiano

La Conca Agordina dall’Alta Via delle Dolomiti 1 ai piedi del San Sebastiano

Agner, Rosetta, Pale di San Lucano dal Don di Agordo

Agner, Rosetta, Pale di San Lucano dal Don di Agordo

La Conca Agordina dal Col di Luna

La Conca Agordina dal Col di Luna

Il centro principale della Conca Agordina è Agordo, situata nel fondovalle, assieme ai vicinissimi Comuni di La Valle Agordina e Taibon Agordino; Voltago Agordino e Rivamonte si collocano sui pendii occidentali della Conca Agordina, mentre Gosaldo è incluso nella Conca solo per convenzione trovandosi geograficamente già in un’altra valle (Valle del Mis). Si tratta di una zona ricca di risorse naturali, storicamente legata alla Serenissima Repubblica di Venezia in quanto sito di estrazione mineraria, produzione di legname e di carbone, polo per la lavorazione di metalli e polo scolastico per la formazione di Periti Minerari; una storia secolare che si può ritrovare nei luoghi simbolo di queste attività sparsi in tutta la Conca Agordina.

La Croda Granda dalla frazione di Tiser

Il Piz di Sagron dalla frazione di Tiser a Gosaldo

Chiesa di San Cipriano a Taibon Agordino

Chiesa di San Cipriano a Taibon Agordino

Moiazza

Moiazza

A differenza dei Comuni dell’Alto Agordino, nella Conca Agordina la maggioranza della forza lavoro è occupata nell’industria (un tempo nell’estrazione mineraria e nella fabbricazione di sedie) e non nel turismo; cionondimeno, la bellezza paesaggistica della zona, la grande quantità di sentieri e la ricchezza di cime delle Dolomiti assicura un costante afflusso di visitatori durante tutto l’anno. Importante centro politico della Serenissima Repubblica di Venezia dal XV Secolo al XIX (vedi sezione Storia dell’Agordino), la Conca Agordina è ricca di storia e tradizioni particolari, a volte molto differenti dalle zona dell’Alto Agordino, specialmente quelle un tempo incluse nel Tirolo (Livinallongo del Col di Lana e Colle Santa Lucia) o indipendenti da Venezia (Rocca Pietore – Marmolada). Oltre a differenze culturali o variazione nelle tradizioni, agli appassionati di lingue locali sarà facile cogliere le differenze fonetiche con i dialetti della Val Biois e della Val Cordevole, seppur molto simili, o differenze terminologiche anche notevoli con i dialetti Ladini di Fodom e della Val Pettorina.

Die Villa Crotta - De Manzoni ad Agordo

Die Villa Crotta – De Manzoni ad Agordo

Voltago Agordino

Voltago Agordino

Agordo dallo Spiz de Castel

Agordo dallo Spiz de Castel

Panorama sulla Conca Agordina dalle Pale di San Lucano

Panorama sulla Conca Agordina dalle Pale di San Lucano


MONUMENTI:

 

Per quanto riguarda i monumenti, tra le principali attrazioni della Conca Agordina ci sono:

la Villa Crotta – De Manzoni di Agordo;
la Torresella [toresela] di Agordo;
Centro Minerario di Val Imperina a Rivamonte Agordino;
Centro Minerario di Vallalta a Gosaldo;
il Broi di Agordo;
la chiesa arcidiaconale di Santa Maria Nascente ad Agordo;
la chiesa dei Santi Vittore e Corona a Voltago Agordino;
la chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano a Taibon Agordino;
la chiesa di San Lucano a Taibon Agordino;
la chiesa di San Floriano e Sant’Antonio da Padova a Rivamonte Agordino;
la chiesa di San Giacomo a Gosaldo;
la chiesa di San Michele Arcangelo a La Valle Agordina.


Centro Minerario di Val Imperina

Il letto del Cordevole ad Agordo

Il letto del Cordevole ad Agordo


MUSEI:

 

Spazi museali:

Museo Mineralogico di Agordo;
Museo Geologico e Paleontologico di Agordo;
Museo dell’Ottica e dell’Occhiale di Agordo;
Museo Etnografico di La Valle Agordina;
Museo Etnografico del Seggiolaio a Gosaldo.


Affascinante veduta della Valle di San Lucano dal sentiero per Pian del Miel

Valle di San Lucano

Forte della Tagliata di San Martino ad Agordo

Forte della Tagliata di San Martino ad Agordo


Altre attrazioni:

Dolomiti (Agner, Pale di San Lucano, Moiazza tra le altre)
– Alta Via 1 delle Dolomiti;
– Rifugi, rete sentieristica, rete sentieristica per Mountain Bike;
Tagliata di San Martino ad Agordo;
Forte di Peden a Taibon Agordino;
Casermetta di Forcella Moschesin a La Valle Agordina;
Valle di San Lucano a Taibon Agordino;
Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi a Rivamonte e Gosaldo;
Graffiti de Le Ville di Agordo;
– Falesie agordine di arrampicata;
Sas de la Madonna a Voltago Agordino;
Casa natale di Don Antonio della Lucia a Frassenè;
– Pista ciclabile agordina (non completata);
Passo Duran.


Articoli correlati by agordinodolomiti.it:


 

Graffiti di Agordo

Graffiti di Agordo

La Conca Agordina

La Conca Agordina

Panorama sulla frazione di Tiser a Gosaldo

Panorama sulla frazione di Tiser a Gosaldo


Informazioni:

Ufficio Turistico di Agordo
Tel. 0437 62105
E-mail: ufficioturistico@agordo.net

Pro Loco La Valle Agordina
Tel. 0437 63928
E-mail: prolocolavalleagordina@gmail.com

Pro Loco Gosaldo Dolomiti
Tel. 0437 68383
E-mail: prolocogosaldo@gmail.com

Commenti chiusi