La Valle Agordina

Agordino Dolomiti

La Valle Agordina

Emozioni dolomitiche in Conca Agordina

 

La Valle Agordina è un grazioso paese delle Dolomiti Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO situato nella Conca Agordina sotto l’imponente mole del gruppo della MoiazzaCivetta, del San Sebastiano – Tamer – Moschesin e del Monte Celo. Il Passo Duran, teatro di numerose tappe montane del Giro d’Italia, collega La Valle Agordina al Comune di Val di Zoldo ed offre uno spettacolare panorama alpino che è piuttosto frequentato d’estate da tutti i tipi di escursionisti e rocciatori e d’inverno dagli appassionati di scialpinismo e cisapole. La Valle Agordina gode di una certa fama nel settore dell’arrampicata sportiva per la Falesia di Pian de Caleda, meta di rocciatori da tutta Europa.

 

La Valle Agordina

La Valle Agordina

Ai piedi del San Sebastiano sull'Alta Via delle Dolomiti 1

Ai piedi del San Sebastiano sull’Alta Via delle Dolomiti 1

Chiesa di La Valle Agordina con Moiazza e San Sebastiano sullo sfondo

Chiesa di La Valle Agordina con Moiazza e San Sebastiano sullo sfondo

Chiesa di La Valle Agordina

Chiesa di La Valle Agordina

La Valle Agordina

Il Comune di La Valle Agordina ospita inoltre un interessante Museo Etnografico dedicato alla storia dell’architettura locale e del paesaggio, nonché una sezione dedicata interamente al Parco Naturale delle Dolomiti Bellunesi; il Museo Etnografico di La Valle Agordina si trova all’interno del Municipio del Comune in Via Roma. Maggiori informazioni al numero di telefono del Comune 0437 62298.

Verso la vetta del Tamer Grande

Sentiero CAI 541

Agner e Pale di San Lucano dalla frazione di Ronche

Agner e Pale di San Lucano dalla frazione di Ronche

San Sebastiano al Tramonto

San Sebastiano al Tramonto

La Valle Agordina

Risale alla fine dell’800 l’edificazione della Casermetta di Forcella Moschesin; si tratta di una postazione militare fortificata e costruita nell’ottica delle tensioni fra il Regno d’Italia e l’Impero Austro-Ungarico per evitare che, in caso d’invasione da nord, il nemico riuscisse ad aggirare le postazioni permanenti del Cordevole, del Maè e del Boite. Per l’edificazione di questa postazione fu scelta Forcella Moschesin; in questo luogo nel 1912 fu completata la realizzazione della postazione, raggiungibile da La Valle Agordina e da Forno di Zoldo in Val di Zoldo tramite una mulattiera. I ruderi del fortino sono ancora oggi visibili e raggiungibili con un’interessante escursione (di circa 4 ore, quindi adatta agli escursionisti allenati) dalla frazione di Conaggia (La Valle Agordina) sul sentiero CAI 542, o in circa 2 ore da Pian de Caleda sul Passo Duran; dal Forte del Moschesin parte l’itinerario tematico del Parco Nazionale delle Dolomiti BellunesiLa Montagna Dimenticata“-

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

Caserma di Forcella Moschesin

In tempi recenti da segnalare l’attività della Pro Loco La Valle Agordina che sta cercando di portare le tradizioni locali al di là dei confini comunali in un pregevole sforzo finalizzato all’incremento dei visitatori del Comune, proponendo belle iniziative come El Om Selvarech e la Sagra della Madonna de la Neif. La Valle Agordina dispone di una bella area picnic pubblica collocata lungo la strada del Passo Duran ed inserita nel contesto del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

La Conca Agordina dall'Alta Via delle Dolomiti 1

La Conca Agordina dall’Alta Via delle Dolomiti 1


Informazioni turistiche:

Pro Loco La Valle Agordina
Tel. 0437 63928
E-mail: prolocolavalleagordina@gmail.com

 

Gallerie militari sul Monte Celo

Commenti chiusi